HOME PAGEBack

LE REGIONI CHE  SPIRIT E OPPORTUNITY ESPLORERANNO

Le località scelte  per lo sbarco di Spirit e Opportunity (MER 1 e 2),  sono Meridiani Planum, conosciuta anche come “il posto dell’ematite, e Gusev Crater.

La scelta delle zone, sulle 185 iniziali, è stata molto sofferta e combattuta, alla fine hanno prevalso le aree che mostravano il massimo interesse scientifico e la massima sicurezza nella discesa. Aree apparentemente non molto polverose e ben illuminate dal sole, a tutto vantaggio della massima efficienza dei pannelli solari. Meridiani Planum è conosciuto come un’ampia area dove esiste un ricco giacimento di grigia ematite, un minerale che si è formato sulla terra in aree dove esistevano pozze d’acqua calda e stagnante.

Il Cratere di Gusev , secondo alcuni scienziati, è invece ciò che resta dell’antico bacino di un lago.

 

Gusev Crater.

  Meridiani Planum

I lander arriveranno su Marte rispettivamente il 3 e il 25 gennaio 2004. Come per Pathfinder i lander utilizzeranno un sistema d’atterraggio basato su airbags. Una volta giunti a destinazione, i landers apriranno i loro tre “petali”  per lasciare liberi di scendere i Rover, (ognuno dei quali ha un peso di circa 150 kg) che potranno allontanarsi dal Campo Base per percorrere esplorando fino a 100 metri al giorno, per un periodo operativo (missione primaria) 90 sol (giorni marziani).

Il collegamento fra i centri d’ascolto a Terra  e i veicoli semoventi saranno possibili tramite l’utilizzo dei “Ponti Radio” delle navicelle MGS e Odyssey.   

HOME PAGEBack