OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

20.04.09 (Sol 1862) – CRATERE IN VISTA

Un provvidenziale vento ha spolverato nuovamente i pannelli solari di Opportunity consentendogli d’avere maggiore energie elettrica. Questa provvidenziale iniezione di energia ha permesso al rover di accelerare il passo verso la lontana meta del cratere Endeavour ancora distante 12 km ma che è già in vista ed è stato fotografato. Il viaggio è però ricco di scoperte interessanti, come il ritrovamento di diversi piccoli crateri. Dai dati forniti dai rover questi “buchi nella polvere” sono di formazione molto recente, se per recente calcoliamo dai 10.00 ai 100.000 anni e sembrano essere molto comuni su Marte, a giudicare da quanti ne hanno scoperti fin d’ora. Opportunity poi si è soffermato ad analizzare una interessante roccia isolata, ed un particolare mini-affioramento chiamato Penrhyn. Opportunity, cha dopo cinque anni su Marte ha percorso ben 15300 metri, sta compiendo la sua traversata muovendosi alternativamente in avanti e all’indietro, per avere il meno attrito possibile su di una ruota che già da tempo sta mostrando segni di una probabile blocco. I segni di questo pericolo di prossima avaria, sono rilevati dalla telemetria quotidiana dello stato del robot che segnala già da tempo un anomalo aumento di consumo di energia elettrica, il che implica che il motore fatica a far muovere la ruota o viceversa il motore ha dei problemi a girare, probabilmente perché la finissima ed adesiva polvere marziana è penetrata nei cuscinetti. Ogni ruota è dotata di un singolo motore elettrico che non può essere svincolato dalla ruota stessa, questo particolare costruttivo ha comportato problemi ai rover in quanto se una ruota va in avaria resta bloccata forzando i rover a trascinarla ed impedendo un corretto avanzamento. Proprio per questo i prossimi rover marziani avranno i motori sganciabili dalle ruote

 

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it - immagini NASA/JPL)

 

 

Minicrateri su Marte fotografati da Opportunity nel suo viaggio...

     
  L'affioramento chiamato Penrhyn
     

La strada percorsa dal Rover dal 2004 ad oggi.

Le baie esplorate da Opportunity e la sua posizione al sol 1661 e l'immagine di Endeavour ripresa Dal Mars Reconaissance Orbiter.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .