OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

9.11.06 (sol 993) – DOPO L’OPPOSIZIONE

Concluso il periodo di opposizione, che è durato dal 18 al 29 ottobre, per il passaggio di Marte dietro al Sole (rispetto alla Terra) sono riprese a pieno regime le comunicazioni (via Odyssey) con Opportunity. Il “risveglio” delle stazioni automatiche che si trovano in orbita ed al suolo, che erano state preventivamente lasciate in funzione con dei programmi di “autopilota”  è avvenuto senza problemi e lo studio del pianeta è ripreso a pieno ritmo.

Opportunity ha segnalato di trovarsi in buone condizioni, con tutti gli strumenti efficienti. Il rover è parcheggiato sul promontorio chiamato "Capo Verde," a circa 3.1 metri dall’orlo del cratere. Da questa posizione ha effettuato numerosi rilevamenti e fotografie del bacino alla ricerca di obiettivi di interesse geologico. In questi sol si sta muovendo per compier un giro completo del cratere e studiare anche il piccolo bacino che si trova adiacente all’orlo. Dal suo arrivo su marte al sol 959 Opportunity aveva percorso 9500 metri

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it - immagini NASA/JPL)

 

 

I due rover (e le altre navicelle in orbita) sono emersi, insieme all'intero pianeta, dallo sfondo accecante del Sole, dopo averlo doppiato per lunga opposizione, ed hanno ripreso a pieno ritmo le comunicazioni con i centri di ascolto a terra.

Durante l'opposizione i robot hanno funzionato in automatico, da terra però qualche segnale, ritrasmesso da Odyssey era captabile come le immagini di alcune nubi di passaggio sopra il cratere.

Foto del sole al tramonto sull'orlo del cratere hanno aiutato gli scienziati a valutare la presenza di polveri sospese nella tenue atmosfera marziana. Un conteggio che occupa giornalmente il rover.

Opportunity ora sta effettuando il giro del cratere per eseguire un  mosaico dell'intero bacino studiare nuovi obiettivi e scegliere la migliore via per entrare al suo interno, se mai si deciderà di farlo.

Certo è che il fascino alieno del cratere Victoria ha rapito tutti coloro che lavorano a questa grande impresa di esplorazione planetaria.

Se ci trovassimo su Marte

il rover ci apparirebbe come in questo fotomontaggio parcheggiato su Duck Bay mentre riprende il fondo del cratere Victoria.

Gli strati di Capo Verde

Opportunity ha ripreso questa immagine dalla sua postazione su Duck Bay, e ci mostra, da una distanza di circa 50 metri, Capo Verde un’altro promontorio stratificato alto 6 metri, che si trova a picco sul cratere Victoria. Sullo sfondo a 100 metri vediamo una seconda sporgenza e dopo altri 400 metri un altra ancora. Le immagini di MRO e di Opportunity permetteranno agli scienziati di valutare e decidere dove a quando far entrare il rover all’interno del cratere.

 

Victoria dal Mars Reconnaissance Orbiter

     

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .