OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

18.12.06 (sol 1031) – ALLA RICERCA DEL PUNTO D’ENTRATA

 

Opportunity continua nella ispezione intorno al cratere per cercare la migliore via per entrare ed analizzare gli spessi strati le cui “fondamenta” hanno mostrato agli spettrometri una forte presenza di argille. Anche Opportunity ha “sofferto” il temporaneo spegnimento – in safe mode - di Odyssey (durato dal 6 al 12 dicembre 2006) nel quale, come il suo gemello Spirit, ha dovuto effettuare rilievi imprevisti prima di poter riprendere le attività scientifiche da Bottomless Bay dove il rover si trovava al momento della interruzione delle comunicazioni dovute ad un improvviso e potente flare solare. Dal suo arrivo su Marte al 13 dicembre opportunity ha percorso 9.669 metri.

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it - immagini NASA/JPL)

 

 

L’esame di Capo Verde, eseguito dal vantaggioso punto chiamato Cape St. Mary, (immagine del 22 novembre 2006) ha permesso agli scienziati di osservare meglio gli strati di questo particolare promontorio che si erge sul fondo del cratere Victoria. La porzione più alta del cratere mostra chiaramente la presenza di rocce e terreno caotico dovuta all’impatto del meteorite che ha formato il bacino. Con il passare del tempo l’orlo del cratere è poi stato fortemente eroso dal vento che ne ha allargato il diametro fino all’attuale misura mettendo così a nudo sulle pareti gli strati integri e naturali che si trovano al di sotto della porzione caotica che gli strumenti hanno rivelato come essere formati da sabbia ed argille.

Victoria dal Mars Reconnaissance Orbiter

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .