OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

23.05.05 (sol 472) – A PICCOLI PASSI VERSO LA LIBERTA’

Questo mosaico d’immagini adeguatamente elaborate al computer, ed effettuate dalla navcam di Opportunity, ci mostra una vista dall’alto del rover nel punto in cui si è insabbiato durante il tragitto del sol 446 (26 aprile 2005). La duna su cui è fermo è alta circa trenta centimetri ed è larga, nel suo punto massimo 2,5 metri. Le modalità dell’insabbiamento sono note. Il sol 446 Opportunity aveva un tragitto programmato di 90 metri, ma dopo solo 40 le sue ruote sono sprofondate nella sabbia (che è talmente fine d’avere la consistenza e l’apparenza della cenere). Non avvertendo alcun pericolo immediato, il programma di guida ha continuato a far girare le ruote fino a contare sul proprio misuratore di distanza (podometro) i novanta metri stabiliti. Il movimento delle ruote ha così ulteriormente fatto sprofondare il rover.  Dal 26 aprile sono passati ormai trenta giorni di febbrili prove e di elaborati calcoli, e il team che guida il rover ha ora ragionevolmente messo a punto una strategia adatta a liberare il rover, detta dei “piccoli passi”. L’obiettivo e quello di tentare di  far indietreggiare Opportunity di pochi centimetri alla volta. Al momento l’artifizio sembra avere buoni effetti. Le ruote continuano a slittare ma Opportunity si è comunque mosso seppur di poco. Al momento del problema il rover si muoveva a ritroso, una strategia adottata dai team di controllo che, a periodi alterni muovono i rover in avanti e all’indietro per fare in modo che il lubrificante che si trova all’interno degli organi di movimento delle ruote si distribuisca uniformemente.

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

     
 

Prove pratiche a terra per studiare i metodi migliori per liberare il rover. L'insabbiamento di opportunity dimostra come il deserto marziano apparentemente privo di pericoli in realtà nasconda imprevisti pericolosi. La profondità della sabbia (principalmente regolite)è stimata in alcuni punti del pianeta oltre i dieci metri

     
 

Immagini del sol 470 dalla pancam (dx) e dalle azcam, si possono notare i piccoli progresi ottenuti per sbloccare il rover.

    

 

 

Autoritratto

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .