HOME PAGE - Back - MER 2003 HOME

 28.01.04 - OPPORTUNITY PERDE ENERGIA

 

 

 

 

 

 

 

Questi affioramenti sedimentari si trovano a soli otto metri dal  lander e saranno uno dei primi obiettivi scientifici di Opportunity.

 

 

Gli scienziati sono eccitati dal pensiero di poter esaminare le rocce sedimentarie che si trovano solo a pochi metri da Opportunity. L'affioramento sporge dal suolo circostante di circa 40 centimetri ed è lontano solo otto metri dal lander. Gli strati, il cui spessore non supera il cm, possono essersi formati sotto l'azione dell'acqua, o del vento o da eventi vulcanici. Comunque l'ipotesi che queste rocce stratificate si siano formate in presenza d'acqua è molto più alta delle altre possibili. L'esame che Opportunity effettuerà con i propri strumenti sarà determinante per scoprire alcuni dei misteri più intriganti di Marte, e cioè se nella preistoria in questa regione esisteva un mare, e il perché della marcata differenza di coloro fra l'affioramento ed il terreno circostante.

 

Mentre gli scienziati discutono sui primi obiettivi da analizzare, i tecnici si prepara alla discesa di Opportunity dal lander. Nelle prossime ore i tecnici del JPL invieranno una sequenza di comandi che alzeranno completamente il rover sulla proprie ruote, un passaggio molto delicato.

 

Ieri il rover ha effettuato la sua prima trasmissione diretta a Terra attraverso la propria antenna ad alto guadagno. I dati provenienti dalla telemetria hanno mostrato che durante la notte, quando il rover è a riposo, alcune delle sue batterie perdono la carica. Non è ben chiaro il motivo di questa perdita d'energia, apparentemente drenata da un riscaldatore che si trova nell'articolazione del braccio meccanico. Il riscaldatore, che assieme ad altri si attiva quando la notte le temperature scendono sotto determinati parametri, non è realmente indispensabile quando il braccio non è in uso ma i tecnici non sono riusciti nonostante i tentativi a spegnere il riscaldatore. Al momento si stà verificando quali problemi possa dare questa perdite non controllata d'energia. E' certo comunque che se dovesse sussistere porterebbe ad un degradamento più veloce delle batteria e quindi alla lunga potrebbe compromettere l'attività operativa di Opportunity

 

 

 

 

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .