OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

19.08.04 - (sol 103) - UNO STRANO PICCOLO DEPOSITO

Su "Axel Heiberg" Opportunity ha trovato una particolare "evaporito" (come generalmente vengono chiamati i depositi lasciati dalla lenta evaporazione di acqua salata - in molti casi sono da associare agli stessi depositi che si formano nelle nostre "saline") dentellato che ha richiamato l'attenzione dei geologi. Dalla forma e dal colore sembra ricordare un concrezione salata molto diversa da quelle fino ad ora esaminate. Anche le sferule che si trovano sul fondo del cratere sembrano essere più vecchie, più erose o semplicemente meno resistenti di quelle fino ad ora viste.

 

Un nuovo targhet è stato individuato durante il sol 195, una roccia molto diversa da tutte le altre che ha attirato l'attenzione dei geologi. La roccia denominata informalmente "Wopmay" ha circa le dimensioni di un metro e si trova a poca distanza dal rover.

 (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

   

Questa piccolo pezzo di "evaporito" dalla forma molto particolare, è da alcuni sol sotto esame da parte dei geologi americani. Accanto una microfotografia dello stesso campione di deposito.

I risultati delle analisi della composizione chimica delle stratificazioni di Endurance hanno evidenziato che mano a mano che si scende all'interno i livelli di cloruri aumentano mentre quelli sei solfati e del magnesio calano in modo uniforme. La spiegazione appare semplice, questi strati profondi sono stati molto più a lungo immersi in acqua stata che evaporando ha lasciato maggiori depositi salini. La diminuzione degli altri due elementi può essere correlata alle stessa causa. La presenza di acqua per lunghissimi periodi, segnata dall'alternarsi di periodiche evaporazione/riempimenti, può aver fatto precipitare i composti come solfato di magnesio, elemento chimico che lo spettrrografo non legge.

  

Le sferule sul fondo di Endurance appaiono più erose come se fossero composte da materiale diverso da quello fino ad ora trovato in simili concrezioni, e molto più vecchio.In alcune immagini si notano come queste concrezioni bianche si siano formate intorno alle "classiche" sferule grigie viste fin'ora (frecce rosse). Alcuni di questi "popcorn" mostrano poi al loro esterno altre piccolissime concrezioni grigie (frecce gialle). Il mistero delle sferule si infittisce e fa "impazzire" gli scienziati che cercano di dare una spiegazione ragionevole alla loro formazione

Nuovo foro eseguito dal RAT durante il sol 195. Microfotografia del foro (8 cm x 8 cm). Dopo questa operazione il RAT si è bloccato. I tecnici hanno individuato la causa del blocco che è certamente di tipo meccanico, dovuto ad un piccolo frammento di roccia che si è incastrato sotto la fresa. Con molta probabilità basterò far funzionare al contrario la mola per liberarla. Operazione facile a dirsi ma difficile da programmarsi se si deve tener conto della necessità di preparare un nuovo software trasmetterlo a rover e verificare che funzioni.

Le dune e "Axel Heiberg" sono sempre pericolosamente a portata di Opportunity ma sembra che non saranno esaminate, almeno per ora, in quanto il pericolo che il rover si insabbi e ne resti prigioniero sono elevate.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .