OPPORTUNITY

da Meridiani Planum

more news

 

 04.03.04 - BIOMINERALI: COME NEL "RIO TINTO"

 

 

Le analisi ottenute dalla batteria di strumenti del rover sono state fino ad ora le migliori in assoluto, ed hanno mostrato la presenza di solfati (e biominerali quali la Jarosite) che si possono essere formati solo tramite l’interazione delle rocce con acqua, (salata, acida o termale). Questa scoperta spiegherebbe la presenza di ematite grigia nella regione. La Jarosite, insieme agli altri elementi chimici trovati su “El Captain”, si trovano anche sulla Terra. Il fiume spagnolo “Rio Tinto” ne è un esempio. Qui sono presenti gli stessi biominerali che danno alle acqua del fiume una tipica colorazione rossastra. Quello che più importa è che la loro presenza nel “Rio Tinto” permette la proliferazione di numerosi microrganismi.

Fra le molte immagini ricevute il microscopio di Opportunity ci ha mostrato, all’interno di uno dei fori, una struttura cristallina la cui natura (minerale o biologica) è al momento oggetto di discussioni e congetture.

E’ certo che alla luce di queste scoperte, i sostenitori delle evidenza di microrganismi ritrovati all’interno ALH84001 avranno nuovi argomenti per sostenere le loro tesi.

 

 

Questa immagine dalla “navigation camera” effettuata durante il 36 sol (01/03/04) ci mostra chiaramente gli strati che intaccano questo gruppo di rocce e che ora è ufficiale si sono formati per la presenza di acqua. Sono ben visibili i due fori fatti dal RAT, il cui esame interno ha portato alle conclusioni che l’area in cui si trova Opportunità un tempo era sotto il livello del mare, una l’interazione fra i due elementi durata per lungo tempo, forse abbastanza per la formazione della vita.

   

 

   

Le acque colorate di rosso del Rio Tinto in Spagna sono dovute alla presenza degli stessi solfati e biominerali ritrovati su Marte. L'affermazione di " biominarali " per i ritrovamenti di Marte è ancora tutta da verificare anche se le indicazioni sono molto forti.

Gli stessi solfati e colori li possiamo vedere anche in Italia se visitiamo la sorgente idrotermale di Prè Saint Didier, nella Valle D'Aosta.

   

 

          
   

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .