SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

30.01.08 (Sol 1805) – SPIRIT DA I NUMERI

 

I tecnici stanno cercando di capire l’inaspettato comportamento di Spirit, ai comandi inviati da terra fra domenica e mercoledì scorsi.

Spirit, che ha superato da poco 1.800 giorni su Marte, soffre di mancanza di energia per la pesante coltre di polvere che si è accumulata sui suoi pannelli solari a causa delle ultime tempeste di sabbia.

Prima della congiunzione solare (cioè quando il Sole passa fra Marte e la Terra e si interrompono le comunicazioni per una ventina di giorni) il bollettino “medico” di Spirit, (rilasciato dalla NASA il 20 novembre 2008) diceva che le condizioni tecniche del rover erano “serie ma stabili”. il rover non aveva molta disponibilità elettrica per far funzionare gli apparati (mediamente 160 watt/h rispetto ai 900 dei primi giorni di operazioni) ma superata la congiunzione, aveva ripreso a trasmettere informazioni seppur a ritmo ridotto.

Il problema è sorto domenica 25 gennaio, quando gli era stato ordinato di spostarsi verso un nuovo punto. Contrariamente a quello che ci si aspettava, la trasmissione di lunedì indicava che il rover non si era mosso di un centimetro, ne aveva raccolto alcuna informazione scientifica.

Perplessi i tecnici gli hanno ordinato di verificare la posizione del Sole, un test utilizzato normalmente per verificare le capacità della macchina di eseguire un ordine e di registrare dati.

Martedì il rover trasmetteva a terra i risultati dimostrando che aveva seguito le istruzioni solo che aveva puntato le telecamere in una posizione diversa da quelle dove doveva trovarsi l’astro.

Le ragioni tecniche per questo suo strano comportamento (che possono essere innumerevoli) sono un mistero e gli ingegneri avevano appena iniziato a cercare le ragioni per le quali Spirit non seguiva le istruzioni dettate via radio, quando mercoledì ha ripreso a funzionare regolarmente eseguendo perfettamente gli ordini inviati e muovendosi verso il punto dove doveva andare domenica.

Al momento si sta pensando che la causa possa essere stata un’intensa radiazione cosmica che ha “disorientato” i delicati componenti del computer di bordo, ma è solo un’ipotesi, a fronte di un sistema elettronico che ora appare funzionare nuovamente in modo eccellente.

Per il problema dell’energia invece “ci vorrebbe un miracolo” come ha dichiarato uno dei tecnici che guida Spirit “basterebbe che il vento soffiasse con maggiore energia per dare una salutare spolverata alle celle” ed ottenere più corrente elettrica. Ma su Marte non ci possiamo aspettare miracoli e quindi la NASA ha deciso di ridurre al minimo le attività e risparmiare così anche molti preziosi dollari in un budget sempre più esiguo.

 

 (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

Sol 1793 - Spirit è sceso ha Home Plate (a sx) la traccia della sua ruota bloccata è evidente sulla destra.

 

 

 Home Plate.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .