SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

06.08.09 (sol 1988) – NELL’ATTESA DI USCIRE

 

Intrappolato da settimane, Spirit continua ad analizzare l’ambiente intorno a se grazie ad una riserva d’energia pari a quella di quando era appena sceso su Marte. La pulizia dei pannelli solari da parte di un vento provvidenziale e il sole alto nel cielo permette alle celle solari di raccogliere oltre 900 watt/ora, un surplus che consente ai tecnici a terra di utilizzare il rover in studi ed esperimenti. Non solo nei prossimi sols si tenterà addirittura di utilizzare il RAT su di un targhet chiamato Cyclops Eye, che si trova nelle vicinanze del braccio robotico. Nel frattempo a terra, grazie alle informazioni ottenute dal rover,i tecnici sono riusciti a ricreare la trappola di sabbia e polvere simile al talco che tiene bloccato Spirit. I tecnici hanno eseguito una lunga serie di prove per trovare il modo migliore di liberare Spirit, prove necessarie dopo che un iniziale tentativo invece di liberarlo lo ha fatto sprofondare ancora più.

 

 (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

Spirit al lavoro ed una immagine fatta prima di insabbiarsi che mostra il solco che la ruota bloccata forma sul terreno.

 

 

Tecnici al lavoro con il terzo gemello dei rover qui utilizzato per capire come liberare Spirit

     
 

 

 

 Home Plate eTroy dove Spirit è bloccato dal sol 1975

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .