SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

06.05.09 (Sol 1898) – SPIRIT SI RISVEGLIA

 

Spirit ha ritrovato la memoria e ripreso a funzionare dopo alcuni giorni di amnesia e comportamenti anomali. Ora i tecnici stanno ancora cercando di comprendere il motivo per il quale il sistema ha funzionato in modo anomalo. Apparentemente i problemi sono stati di due tipi: uno grave simile a quando l’hard disk del nostro PC subisce un crash letale per cui deve essere formattato, l’altro che ha coinvolto la memoria flash, quella che registra temporaneamente tutti parametri prima di trasmetterli a terra, che non ha registrato nulla per tre giorni o meglio registrato poi passato alla RAM e poi perso, insomma una gran confusione.  Ora Spirit funziona regolarmente, ma quanto accaduto ha messo in allarme i tecnici. Gia in passato il rover aveva avuto problemi con la memoria e per questo era stato inviato un nuovo programma di gestione del computer e della memoria flash.Ad ogni modo Spirit ha ripreso la sua attività, corroborato dal fatto che durante il Sol 1891 il vento ha nuovamente spolverato le celle solari ed ora le apparecchiature dispongono di più energia (372 W/h, una vera ricchezza se pensiamo che solo un mese fa languiva con appena 223 Watt). In queste condizioni ha ripreso anche a sostarsi ma sempre con grandi difficoltà in quanto si trova in un’area ricoperta da una profonda coltre di sabbia che tende ad intrappolarlo causa anche la ruota da tempo bloccata e che fa da freno. Per questo motivo in sei Sol (dal 23 al 29 aprile) è riuscito a percorrere appena 3 metri su un totale da quando è sbarcato su Marte di circa 8 km percorsi.

 

 

 (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 
 

 

Il picco chiamato von Braun

  Durante il Sol 1886 (23 aprile 2009) Spirit ha eseguito questa ripresa ad alta risoluzione di Home Plate, la struttura vulcanica circolare sulla quale ha trascorso il suo ultimo inverno, prima di mettersi in movimento.
 

 

 Home Plate e von Braun

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .