SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

06.04.08 (sol 1514 ) - NEL DENARO IL DESTINO DI SPIRIT

 

La sopravvivenza dei rover è in pericolo, non per motivi tecnici ma per mancanza di denaro. Una direttiva della NASA impone alle Corporate di risparmiare il 40 % sul rimanente budget dell’anno fiscale 2008 (circa 4 milioni di $). Considerando che il costo annuo per la gestione dei due rover è di 20 milioni di dollari, con molta probabilità si sacrificherà uno dei rover (Spirit che pur funzionante al momento è quello più malandato) che sarà messo in “ibernazione” con la speranza di poterlo rimettere in funzione alla fine dell’inverno marziano. Spirit e Opportunity sono sopravvissuti a due anni marziani (quattro terrestri) ben oltre i 90 giorni previsti inizialmente. Questa inaspettata longevità ha comportato la gioia degli scienziati, ma ha fatto preoccupare subito i dirigenti della NASA sempre a combattere con dei finanziamenti ristrettissimi e solitamente sempre più striminziti.

Come sempre è il denaro a frenare la ricerca e l’esplorazione. E’ per denaro che negli anni ’70 si è rinunciato a continuare l’esplorazione della Luna e degli altri pianeti con le tecnologie Apollo e Saturno 5. E sembra incredibile poter dire oggi che siamo stati sulla Luna QUARANTA ANNI FA. E’ comprensibile che per un giovane oggi, quella lontana impresa possa sembrare tutta una mistificazione. La realtà o molto più prosaica, niente leggende, ci siamo fermati solo perchè andare nello spazio è un rischio costosissimo senza apparentemente nessun profitto. Non esiste un nuovo Eldorado da conquistare, ricchezze da depredare, abitanti da rendere schiavi. Incredibile ma vero questo muove l’uomo, non il sapere dell’intelletto, la scienza e la ricerca dell’infinito.

Speriamo che il futuro ci porti miglior consigli.

 

 (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

La polvere marziana ricopre i pannelli solari di Spirit riducendone la ricettività. Spirit sarà presto "ibernato" in attesa che arrivi la primavera marziana e più soldi per la sua gestione.

 
 

Attualmente il rover ha una riserva giornaliera media di circa 230 Watt/h troppo pochi per permettere una esplorazione giornaliere ma abbastanza per effettuare ad intervalli settimanali, quando le batterie sono state caricate a fondo di eseguire ancora analisi e "spolverate della superficie.

 
 

Ecco come appare sotto la polvere, la roccia sulla quale Spirit e parcheggiato. Lo spettrometro ci rivelerà la sua composizione, ma sappiamo già che Home Plate è, molto probabilmente, il cono spento di un camino vulcanico.

 

 

Spirit sta affrontando l'inverno marziano su un costone inclinato che si trova sul lato nord del camino vulcanico chiamato Home Plate.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .