SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

21.06.07 (Sol 1231) - IL VENTO SPOLVERA SPIRIT.

 

Come già accaduto in passato il vento stagionale che spazza a primavera le lande marziane ha nuovamente spolverato i pannelli solari del rover che ha riacquistato maggiore potenza elettrica che era scesa sotto il 45 % della sua potenzialità. Il rover continua l’analisi della superficie di Gusev dove ha scoperto affioramenti stratificati estremamente interessanti ed analizzato obiettivi chiamati Betty Wagoner, Elizabeth EmeryNancy Warren che il RAT ha “spolverato” per permettere l’analisi dei loro componenti minerali.

 

Con il passare del tempo, entrambi i rover sono sempre più afflitti da malanni di vecchiaia ed usura. La “sofferenza” maggiore deriva dalla fortissima escursione termica che sia d’inverno che d’estate sottopone quotidianamente le macchine a sbalzi di temperatura dell’ordine dei 100 °C (le misure media d’estate all’ombra sono 35°C di massima – 65°C di minima, d’inverno – 20°C max. – 90°C min). Questa escursione termica provoca continue dilatazioni nei materiali e nei contatti elettrici. Da qui la rottura di connettori, l’avaria di sensori ed altri piccoli accessori, in un logorio che porterà inevitabilmente al blocco dei due rover. Anche la mancanza di lubrificazione dei motori delle ruote con il conseguente bloccaggio delle stesse sono causati dal ciclo continuo di congelamento/liquefazione del lubrificante degli ingranaggi. Come sappiamo Spirit è ormai “zoppo” da mesi mentre anche Opportunity recentemente stà segnalando che una delle sue ruote richiede maggiore energia elettrica, sintomo di difficoltà a girare e quindi ben presto anche Opportunity si ritroverà con una ruota in meno.

 

Al sol 1225 Spirit ha percorso  7.141 metri.

 

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

 

Cosa nascondono gli strati scoperti da Spirit?

 
   

Betty Wagoner

 

 

Il vento ha spolverato i pannelli solari di Spirit facendo guadagnare 120 Watt di potenza.

 
 

Il percorso di Spirit intorno alla piatta collina chiamata Home Plate.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .