SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

 

21.03.06 (sol 787) – SPIRIT SI MUOVE SU CINQUE RUOTE

 

Con l’approssimarsi dell’inverno, la disponibilità di luce solare per caricare le batterie del rover, continua a diminuire, e nonostante manchino ancora 100 giorni al periodo di minima irradiazione solare, Spirit si trova già in emergenza energetica in quanto dispone di soli 60 minuti d’energia al giorno (prima di intaccare le riserve) e l’ora vale solo per movimenti su di una superficie pianeggiante. Ad oggi i pannelli del rover forniscono circa 350 watt/h, meno della metà di quanto disponibile in piena estate. Inoltre nel solo mese di febbraio l’energia è scesa del 15 %, un dopo preoccupante che spinge i tecnici del JPL a cercare in una area soleggiata dove parcheggiare il robot per l’inverno. Al problema energetico si è aggiunta la completa perdita della ruota anteriore destra, che ha smesso di girare. La ruota aveva già dato problemi nel giugno del 2004 quando il suo motore aveva iniziato a consumare più energia del previsto per evidenti attriti interni al meccanismo. Guidando il rover all’indietro per lunghi periodi i tecnici erano poi riusciti a superare il pericolo del blocco totale ridistribuendo il lubrificante del motore. Il movimento della ruota era notevolmente migliorato, anche se il consumo d’energia si manteneva alto. I dati telemetrici confermano che il motore non assorbe più energia indice di un avaria grave e definitiva. Comunque al rover restano altre cinque ruote per muoversi e sterzare. Si tenga inoltre presente che le ruote del rover hanno girato 13 milioni di volte più di quanto erano state progettate. In queste condizioni al rover, che attualmente si trova ai piedi di Home Plate, sarà comandato di muoversi all’indietro, trascinando la ruota bloccata, per circa 12 metri al giorno fino a raggiungere il pendio più vicino delle "McCool Hill".

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

 

 

Sol 781 la ruota anteriore destra di Spirit smette di funzionare.

 

Prima di lasciare "Home Plate", Spirit ha fatto molte fotografie a colori della sua piatta cima che contiene la stratificazione più complessa mai incontrata da quando il rover è sceso all'interno del cratere Gusev. Quella che vediamo accanto è una di queste foto i cui colori, ricavati utilizzando i filtri di cui è dotata la Pancam, sono i più verosimili possibili. La prima idea è che ciò che si vede siano i resti di un camino vulcanico poi è collassato su se stesso. Questa ipotesi potrebbe spiegare la forma circolare e piatta di "Home Plate". La curiosa struttura di "Home Plate" aveva attirato la curiosità degli scienziati che lo avevano facilmente individuato, fra le colline Columbia, dalle immagini dal Mars Global Surveyor e catalogato come sito interessante. Proprio per questo, Home Plate era stato indicato come possibile obiettivo del rover fin dal suo arrivo su Marte nel 2004.

 

La posizione di Spirit dopo essere scesa da Home Plate, vista sull'immagine ingrandita, del Mars Global Surveyor.

 

Nel circoletto indicato dalla freccia vediamo le "McCool Hill" prossima destinazione di Spirit.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .