SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

16.04.06 (sol 813) – Le stratificazioni di Home Plate

 

Questa immagine ci mostra una netta serie di strati scoperti da Spirit sull’orlo di Home Plate. Esistono numerose congetture sull’origine di questi strati. Una delle più probabili è che si siano formati dalla ricaduta di materiali fusi spazzati in alto dalla forza di una grande esplosione (vulcanica o meteorica). L’obiettivo sinistro della macchina fotografica panoramica di Spirit (Pancam) ha ripreso questa immagine attraverso due filtri colorati che lasciano passare lunghezze d’onda che vanno dai 432-nanometri ai 753-nanometri in modo da poter rendere la colorazione il più possibile vicino a ciò che vedrebbe l’occhio umano.

 

 

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

Quest’altra immagine ci da una nuova conferma sulla natura “esplosiva” di queste rocce. Gli strati sono paralleli fra di loro ad eccezione dell’area in masso a destra dove si “arrotolano” intorno ad una pietra di colore grigio dello spessore di circa quattro centimetri. Questo ci dice che la pietra è ricaduta al suolo dopo l’esplosione smuovendolo e penetrando al suo interno, perché ancora fuso o in via di solidificazione.

 

Rocce di chiara origine vulcanica circondano il rover

 

Dal suo arrivo su Marte al sol 802 (5 aprile 2006) Spirit ha percorso i 6853 metri. In questa immagine il percorso di Spirit visto dal fianco est di Usband Hill.

 

Ora con una ruota in avaria sta cercando di raggiungere un pendio favorevole per raccogliere la maggior quantità di energia possibile dal Sole e trascorrere indenne il suo secondo inverno marziano.

 

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .