SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

10.09.05 (sol 600) ASTRONOMIA DA MARTE

Approfittando dell’abbondante riserva d’energia proveniente dalle batterie dovuta ad una provvidenziale "spolverata" dei pannelli solari da parte del vento marziano, Spirit ha compiuto dall’alto delle Husband Hill diverse osservazioni astronomiche. Pur non avendo a disposizione un telescopio, le pancam del rover sono in grado di fornire buone immagini del cielo notturno e delle lune di Marte. Se Deimos, piccolo e lontano, appare come un piccolo dischetto puntiforme Phobos invece mostra chiaramente la sua forma a patata visibile e molti particolari della superficie.

 

«E’ incredibile ed emozionante eseguire da Marte delle osservazioni astronomiche. Si tratta del primo osservatorio astronomico posto su di un altro pianeta» ha dichiarato, entusiasta, Jim Bell della Università Cornell di Ithaca (NY).

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

Nell’immagine oltre alle due lune, in basso a sinistra Deimos ed a destra Phobos, appare in alto la costellazione del Sagittario.

 

I rover non sono dotati di telescopi. Le loro macchine fotografiche, per quanto sofisticate, non sono state costruite per evidenziare dettagli delle lune marziane, ciononostante da queste immagini è possibile distinguere alcuni particolari della superficie lunare grazie a tecniche di computer grafica. Per comparazione l’immagine a destra è stata ottenuta dalla navicella europea Mars Express. Il grande cratere Stickney appare in alto a destra.

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .