SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

 

20.04.05 (sol 461) – IL LUNGO VIAGGIO DI SPIRIT

Dopo quindici mesi di permanenza Spirit continua la sua avventura su marte. Dal suo arrivo le sue condizioni tecniche sono migliorate. La ruota che ha dato problemi di scorrimento, ora è tornata a funzionare regolarmente, i pannelli solari spolverati da un provvidenziale Dust Devil, ora forniscono energia come i primi giorni permettendo al rover d’affrontare con maggior sicurezza il pendio della collina. Inoltre l’avvicinarsi della primavera consente al Sole di dare più energia alle batterie. Unico problema il consumo dei denti abrasivi del RAT, utilizzato per molte più volte di quanto era stato programmato, che ora non può più essere adoperato con l’efficienza delle prime molature.

 

La mappa che vediamo da un’idea dell’elevazione dell’area che il rover sta esplorando. Partendo dalle aree più scure (blu) che si trovano ai piedi delle Columbia Hills l’elevazione è qui di circa 20 metri rispetto all’area in cui il rover e sceso. Il punto più alto della mappa (area gialla) è a circa 80 metri. Il rover avanza con difficoltà su una superficie tenera e molto sabbiosa evitando le pietraie. Apparentemente il panorama mostra ciò che resta degli strati che hanno formato le montagne, polverizzati nel corso dei milioni d’anni. Al sol 450 Spirit ha percorso 4276 metri.

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

MAPPA ALTIMETRICA

MASSI LEVIGATI E STRATIFICATI

 

MAPPA TRASVERSALE

SI SNIFFA IL SUOLO

 

VISTA GLOBALE IN ALTA DEFINIZIONE

STRATI EROSI

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .