SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

20.11.04 (sol 314) – SPIRIT 300 GIORNI SU MARTE

Dopo aver doppiato il “capo” dei trecento giorni consecutivi d’esplorazione su Marte, Spirit si trova ora sulle colline Columbia alla ricerca di nuove tracce d’acqua. In pieno inverno e con il Sole basso sull’orizzonte, i tecnici alla guida del rover sono costretti ad avanzare secondo traiettorie disseminate di ostacoli e per vie a volte non molto utili da un punto di vista esplorativo, ma indispensabili a mantenere i pannelli solari rivolti al Sole e così poter ricaricare le batterie con il massimo dell’energia disponibile. Nelle passate settimane gli ingegneri al JPL hanno avuto a che fare con diversi problemi tecnici quali il sincopatico funzionamento dei freni delle ruote ed una dispersione di energia elettrica sul telaio che fa sospettare l’usura di qualche isolamento nei cavi elettrici del braccio robotico. Queste avarie sono dovute all’usura dei componenti e sono parte normale dell’invecchiamento del rover. Ora il rover sta seguendo una nuova rotta dove il suolo è meno scosceso, vi è più sabbia nella quale la ruota anteriore destra bloccata scava un piccolo solco. Le analisi quotidiane proseguono a ritmo ridotto secondo il programma “invernale” inviato ai due rover.  (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

(Nell'immagine la roccia Palenque con i suoi strati disorganizzati

che fanno ritenere che l'affioramento sia il risultato di diversi tipi

di stratificazioni vulcaniche.)

 

 

Sol 313 - In viaggio

Spirit si gira e le sue azcam poste sul retro riprendono le sue traccie al suolo.

 
   

Sol 264 - Gli strati di Tetl

Spirit ha esaminato con i suoi strumenti ed il microscopio gli strati di questa roccia lunga 25 centimetri chiamata "Tetl". L'immagine a colori ci mostra "Mi" il punto cu cui si è usato il microscopio

 
 

Sol 286 "Lutefisk" Rock
Questa roccia affiorante di circa 25 centimetri di larghezza mostra sulla superficie diverse asperità sferiche che hanno richiamato l'attenzione degli scienziati.

     

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .