SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

19.08.04 – (sol 223) – STRANE ROCCE SU “CLOVIS”

Spirit si trova ancora sul sito denominato "Clovis" sul quale sta effettuando una accurata indagine mineraria alla ricerca di indizi che facciano supporre la passata interazione o presenza di acqua nella regione. Alcune particolari rocce hanno attratto l'attenzione dei geologi in quanto sulla superficie presentano delle gocce che all'apparenza ricordano le sferule esaminate da Opportunity nella regione di Maridiani.

 

Dai primi risultati il sito risulta essere stato con molta probabilità modificato chimicamente dall'acqua. Infatti  le abrasioni con il RAT hanno mostrato una roccia molto più "tenera" rispetto alle circostanti fin'ora esaminate. La composizione chimica inoltre mostra la presenza di una alta percentuale di clorina, bromina e cloruri, il che fa pensare anche a depositi salini da evaporazione. Una spiegazione è che queste rocce fossero un tempo state sommerse dall'acqua. Questa è la situazione oggi, quello che gli scienziati cercheranno di "carpire" dalle rocce delle Columbia Hills è la loro storia passata, cioè prima che un evento catastrofico abbia generato le montagne stesse quando, come si ipotizzava fin dall'inizio, nella regione esisteva un grande lago. (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it)

 

 

 

Spirit ha fotografato queste rocce che sono state smosse dalle sue ruote al suo passaggio sopra di esse, quasi che al di sotto vi fosse presente una piccola buca. Le pietre sono composte da un materiale molto tenero.

   

 

    

Questo letto di rocce denominato "Toltecs" che si trova nelle vicinanze di "Clovis" ha immediatamente attratto i geologi. Le pietre sono di aspetto diverso dalle altre e presentano sulla superficie delle piccole sferule simili a gocce. come è possibile vedere nei particolari sotto. Il loro colore scuro fa supporre che esse siano di origine vulcaniche e quindi molto più vecchie di quelle dell'affioramento denominato "Clovis".

   

 

 

   

 

    

Il Rat di Spirit su "Clovis". Una microfotografia del foro eseguito dalla mola abrasiva del rover (8 cm x 8cm.

     
 

Alle spalle di "Clovis", dietro la catena di montagne che si stagliano all'orizzonte si vedono nettamente le alte catene montuose che delimitano i bordi del Cratere di Gusev

     
   

 

     
   

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .