HOME PAGE - Back - MER 2003 HOME

 09.02.04 - spirit ANALIZZA la sua prima roccia

 

   
     

Un Spirit in piena forma ha ripreso le sua analisi a Gusev Crater. Dopo essersi tecnicamente ristabilito  grazie alle amorevoli cure che i tecnici del JPL e della Cornell University gli hanno dedicato per quasi 20 gg, il rover ha rimesso in funzione il suo braccio robotico, e con la spazzola che si trova all'estremità della sua "mano" meccanica ha dapprima spolverato una parte di Adirondack per poi passare alla smerigliatura della pietra penetrando a fondo nel minerale, portando così allo scoperto una fetta interna da lasciar esaminare agli spettrometri che leggeranno la sua composizione nella speranza di conoscere di più della storia di Giusev Crater, un antico bacino da impatto che si crede una volta fossa il fondo di un lago.

Questa immagine ci mostra la "mano" di Opportunity con tutti i suoi strumenti.

 

 

La "mano" del rover, è qui ripresa di fronte alla roccia Adirondack, prima dell'inizio delle analisi. La freccia evidenzia l'estremità del RAT dopo si trova anche una spazzola meccanica, con la quale Opportunity ha prima spolverato la superficie della pietra come di può vedere dalla immagine di destra e dalla microfotografia in basso.  

       
Dopo la spolverata, il Microscope ha ripreso questa immagine di tre centimetri di lato. si nota a lato tracce di polvere che dimostrano l'efficacia del trattamento. Dopo aver esaminato la superficie in questo stato, Opportunity ha effettuato una smerigliatura del materiale penetrando per alcuni millimetri all'internoi del minerale.

 

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .