SPIRIT

dal Cratere di Gusev

more news

06.05.04  (sol 121) THE DUNE E TUTULA

Messo la retromarcia Spirit ridisceso dalla piccola duna sulla quale si era fermato, La missione procede secondo i piani nel suo avvicinamento vero le colline "Columbia". Le condizioni tecniche del rover sono eccellenti. Punto debole del sistema sono i pannelli solari che si possono coprire di polvere e quindi dare meno energia di ricarica alle batterie, le batterie stesse vero tallone d'Achille del sistema. Unico punto debole (ma calcolato nel progetto) gli accumulatori dei rover non possono essere ricaricati all'infinito. Hanno anche loro un periodo di vita che comprende un certo numero di ricariche prima di cominciare a deteriorarsi. Come tutte le batterie ricaricabili, per es. quelle dei cellulari, dopo un certo periodo di utilizzo iniziano a raccogliere meno energia fino a non ricaricarsi per nulla decadendo velocemente. Al momento comunque gli accumulatori sono in ottimo stato.

 The Dune (foto sx)

 

Spirit sulla duna riprende l'orizzonte. L'Immagine appare obliqua per via dell'inclinazione del rover con le ruote anteriori poggiate sulla duna (foto dx)

 
       

Rocce, rocce rocce

 
       

Molti si sono sbizzarriti nel cercare fra le rocce fotografate dai rover "cose" strane.

 
       

Ricordatevi sempre che la mente umana quando vede un oggetto sconosciuto per la prima volta tende sempre ad associarlo con qualcosa di familiare contenuto nell'archivio della nostra mente.

Nella foto a sx "Tutula", in quella a dx un pannello solare del rover ed un avvallamento

 
       

Images and additional information about the project are available from JPL at http://marsrovers.jpl.nasa.gov

and from Cornell University, Ithaca, N.Y., at http://athena.cornell.edu .