Curiosity

Mars Science Laboratory Rover

 

 

 

 

v

7 MINUTI DI TERRORE, FORSE DI PIU'...

 

Il più grande veicolo mai lanciato dalla NASA (ha le dimensioni di una Mini)  si poserà su Marte la mattina del 6 Agosto. L'avvicinamento, l'entrata nell'atmosfera, l'apertura del paracadute, la frenata con la Skycrane, la discesa del rover appeso alle funi di ancoraggio dureranno in tutto 7 minuti, una sequenza automatica che DEVE andare alla perfezione, seguiranno anora alcuni minuti nella attesa che la navicella orbitale Odissey ritrasmetta a Terra il segnale del rover di avvenuta discesa. Saranno attimi carichi di tensione ed ansia. Marte è da sempre un obiettivo difficile da raggiungere e lo dicono le numerose missioni fallite. Da questa missione non dipende solo la possibilità di scoprire se sul Pianeta Rosso si sia mai evoluta una qualche forma di vita, ma anche tutto il futuro spaziale della NASA e del JPL.

 

 

Skycrane è l'elemento innovativo studiato apposta per far scendere Curiosity, che è grande quanto una Mini Cooper e pesa una tonnellata, sulla superficie di Marte salvaguardando i suoi delicati strumenti scientifici. Una volta operativo il rover si sposterà sulle sue ruote mosse dalla elettricità prodotta da un motore atomico in grado di dare corrente per almeno un anno marziano (circa 23 mesi terrestri) ma gli esperti del JPL sono confidenti che l’esplorazione durerà molto di più.

Curiosity entrerà nell’atmosfera marziana la notte del 5 agosto alla velocità di 21.000 km/h protetto dal suo scudo termico. Ad 11 km di altezza uscirà il paracadute di 16 metri di diametro (il più grande mai utilizzato in una missione marziana) che rallenterà ulteriormente la corsa del rover, poi si avrà l’accensione degli otto razzi frenanti, disposti sulla skycrane, a rallentare le ultime fasi della discesa. A 20 m d’altezza la skycrane libererà un cavo, al quale è appeso il rover, che lo farà scendere fino al suolo. Quando i sensori indicheranno che tutte le ruote sono in appoggio, una cesoia taglierà il cavo ed i razzi della skycrane daranno tutta potenza per allontanarsi dal punto di discesa ed evitare il pericolo di una collisione al suolo.

L’intera procedura è automatizzata e dura in tutto sette minuti o meglio “Sette minuti di terrore”, come è stata chiamata, poiché da Terra nulla sarà possibile fare in caso di anomalie.

 

A noi non resta che attendere con emozione la notte fra il 5 e il 6 agosto per sapere se Curiosity, il rover che la NASA ha spedito su Marte alla ricerca della vita, riuscirà ad arrivare sano e salvo sul suo obiettivo, una grande montagna stratificata alta più del Monte Bianco, che si trova all’interno del cratere Gale.

 

(Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta-marte.it - immagini NASA/JPL)

 

 

Il distacco di Curyosity dall'Atlas V che lo ha portato in orbita

sta per iniziare il lungo viaggio per Marte.

 

All the photographs in these site are credit to NASA/JPL/Caltech/Malin