Mars Global Surveyor

dall'orbita di Marte

 

30.09.04 - MGS "VEDE" SPIRIT DALL'ORBITA

Grazie ad un innovativo e difficilissimo sistema il Mars Global Surveyor è ora in grado di riprendere particolari dalla superficie dell'ordine dei 50 cm. E' in questo modo che è riuscito a fotografare Spirit e le tracce del suo cammino verso le Columbia Hills. Le telecamere di MGS, in grado mediamente di distinguere particolari dell'ordine dei 4 - 5 metri per pixel, combina la ripresa delle immagini con un movimento rotatoria del satellite in grado di compensare la velocità orbitale. Questo sistema, comunemente usato nelle aerofotogrammetria, è molto complicato se si considera l'immensa distanza che i comandi inviati da terra devono superare prima di essere ricevuti da MGS. La compensazione della velocità orbitale permette risultati al limite di risoluzione del CCD di bordo e quindi in particolari condizioni orbitali e climatiche di avere immagini dell'ordine dei 1,4 mt per pixel fino ad un minimo di mezzo metro.

 

In orbita del 1997 ed operativo dal 1999 (dopo un lungo periodo di aerofrenata che ne ha regolarizzato l'orbita) il Mars Global Surveyor può essere considerato il più grande successo della NASA nell'esplorazione di Marte, l'11 ottobre compirà la sua 25.000 esima orbita. Il pianeta non era mai stato così a lungo in osservazione, infatti sono ad oggi oltre 170.000 le immagini trasmesse dell'intero pianeta, il 4,5% poi sono ad alta definizione. MGS, che ha superato il suo terzo periodo di attività prolungata, si appresta ad entrare nel quarto periodo che lo porterà a lavorare in coppia con il Mars Reconnaissance Orbiter (2005), con il Phoenix 2007 Mars Scout Lander e con il 2009 Mars Science Laboratory  Rover.  (Copyright testi & fotocomposizioni - pianeta marte.it)